Decreto semplificazioni: cosa cambia per la privacy

Nella tarda mattinata di ieri il governo ha posto la questione della fiducia alla Camera sul decreto legge in materia di semplificazione fiscale ed ha introdotto svariate semplificazioni e novità.

In questo articolo parleremo delle novità in tema Privacy (decreto legislativo 193/2003)

Con il decreto semplificazioni ufficialmente vengono abrogati una serie di articoli in cui si evince (ma si sapeva da tempo ormai) che non serve più il dps come documento da avere in azienda.

Infatti vengono abrogati alcuni punti  del disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza e precisamente tutto l'articolo 19 e l'articolo 26 che riportiamo:

 

Documento programmatico sulla sicurezza
19. Entro il 31 marzo di ogni anno, il titolare di un trattamento di dati sensibili o di dati giudiziari redige anche attraverso il responsabile, se designato, un documento programmatico sulla sicurezza contenente idonee informazioni riguardo:

19.1. l'elenco dei trattamenti di dati personali;
19.2. la distribuzione dei compiti e delle responsabilità nell'ambito delle strutture preposte al trattamento dei dati;
19.3. l'analisi dei rischi che incombono sui dati;
19.4. le misure da adottare per garantire l'integrità e la disponibilità dei dati, nonchè la protezione delle aree e dei locali, rilevanti ai fini della loro custodia e accessibilità;
19.5. la descrizione dei criteri e delle modalità per il ripristino della disponibilità dei dati in seguito a distruzione o danneggiamento di cui al successivo punto 23;
19.6. la previsione di interventi formativi degli incaricati del trattamento, per renderli edotti dei rischi che incombono sui dati, delle misure disponibili per prevenire eventi dannosi, dei profili della disciplina sulla protezione dei dati personali più rilevanti in rapporto alle relative attività, delle responsabilità che ne derivano e delle modalità per aggiornarsi sulle misure minime adottate dal titolare. La formazione è programmata già al momento dell'ingresso in servizio, nonchè in occasione di cambiamenti di mansioni, o di introduzione di nuovi significativi strumenti, rilevanti rispetto al trattamento di dati personali;
19.7. la descrizione dei criteri da adottare per garantire l'adozione delle misure minime di sicurezza in caso di trattamenti di dati personali affidati, in conformità al codice, all'esterno della struttura del titolare;
19.8. per i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale di cui al punto 24, l'individuazione dei criteri da adottare per la cifratura o per la separazione di tali dati dagli altri dati personali dell'interessato.

26. Il titolare riferisce, nella relazione accompagnatoria del bilancio d'esercizio, se dovuta, dell'avvenuta redazione o aggiornamento del documento programmatico sulla sicurezza.

In sostanza: il famoso documento "DPS" sparisce. Ma si sapeva da tempo.

Il DPS è sempre stato un documento farraginoso e poco adottato dalle aziende in tutti i settori in quanto visto sempre come un qualcosa di inutile, un costo da sostenere per essere a norma. Molto spesso il documento era creato in forma automatica (decine di programmi che facevano in automatico o quasi il documento minimale e a norma di legge) oppure creato da consulenti senza scupolo per poche centinaia di euro con metodi di taglia e incolla. Dimenticando però lo spirito originario del sistema (e qui comincio a parlare di sistema per la sicurezza dei dati aziendali, non più DPS): Essere una guida per salvaguardare il patrimonio informativo della propria attività. Poche organizzazioni lo hanno inteso in questo modo.

Cosa succederà da oggi: probabilmente si dedicheranno ancora meno soldi al tema della sicurezza del proprio sistema informativo in quanto, erroneamente, si presuppone che non servendo più questo documento, il sistema potrà essere lasciato cosi' com'e'. Sbagliando. In quanto tutto il resto del sistema di sicurezza comunque deve essere garantito. Soprattutto in un' era in cui la digitalizzazione sta diventando sempre più pervasiva anche in settori che storicamente erano resti. Aprendo nuove prospettive di furto di dati digitalizzati anche sensibili.

Dal nostro punto di vista, condiviso da molti, il dps dovrà essere sostituito, all'interno dalle organizzazioni, da un manuale operativo per la gestione della sicurezza dei dati comuni, personali e sensibili.

Noi continueremo comunque nella nostra opera di sensibilizzazione sulla necessità della sicurezza del sistema informativo in quanto unico vero patrimonio delel organizzazioni.

Articoli Correlati