Alfresco Tips / Configurazione IMAP

Alfresco, piattaforma per la gestione documentale di cui abbiamo già parlato, include tra le sue funzioni base la possibilità di accedere al repository attraverso il protocollo IMAP, utilizzando perciò un comune client di posta elettronica.
Questa funzionalità non è abilitata di default, ma è necessario procedere aggiungendo poche righe di configurazione al file [ALFRESCO_HOME]/tomcat/shared/classes/alfresco-global.properties :

### IMAP ###
imap.server.enabled=true
imap.server.port=143 [ porta imap ]
imap.server.host= [ IP o nome server ]

 

A questo punto si dovrà riavviare il servizio di Alfresco. Può essere utile controllare nel file alfresco.log se ci sono errori o se è riportato l'avvio del servizio IMAP con dei messaggi simili a questi:

11:36:05,095 INFO [org.alfresco.repo.management.subsystems.ChildApplicationContextFactory] Starting ‘imap’ subsystem, ID: [imap, default]
11:36:08,619 INFO [org.alfresco.repo.imap.AlfrescoImapServer] IMAP service started on host:port mioserver.it:143
11:36:08,619 INFO [org.alfresco.repo.management.subsystems.ChildApplicationContextFactory] Startup of ‘imap’ subsystem, ID: [imap, default] complete

 

A questo punto passiamo alla configurazione del client di posta inserendo le seguenti impostazioni:

NAME: [ NOME_ACCOUNT ]
EMAIL: [ QUALSIASI MAIL ] → Questo campo non è fondamentale!
TIPO:IMAP
SERVER IMAP: mioserver.it –> Server dove è installato Alfresco
SERVER SMTP: [ QUALSIASI SERVER SMTP ]
USERNAME: [ USERNAME ]
PASSWORD:********

 

Se necessario ricordarsi di modificare le credenziali personalizzate per l'SMTP.
Ora potrete accedere ad Alfresco via IMAP, con la possibilità di navigare tra i file, scaricare ed effettuare l' upload dei documenti dal vostro client di posta.

 

Vi consigliamo di consultare la seguente documentazione:
http://wiki.alfresco.com/wiki/IMAP
http://docs.alfresco.com/4.0/index.jsp?topic=%2Fcom.alfresco.enterprise.doc%2Ftasks%2Fimap-enable.html
http://wiki.alfresco.com/wiki/The_IMAP_Subsystem

Articoli Correlati

Nuova release per mozilla firefox

In questi giorni di fermento per l’imminente rilascio di Ubuntu 12.04, anche il team di Mozilla si da molto da fare e assieme alle novità attese per Firefox 14 ci arriva la notizia del rilascio della stable release di Firefox 12.

Questa nuova release porta con se il solito lavoro di bug fixing e un miglioramento per il tool di aggiornamento (per la versione Windows e Mac OS X, infatti a breve Firefox 12 per Linux sarà disponibile come update nei repository delle maggiori distribuzioni).

Firefox 12 porta con se anche il supporto text-align-last CSS ed ECMAScript 6 Map, due importanti aggiornamenti che rendono Firefox un browser al passo con le nuove tecnologie web.

Da provare!

Articoli Correlati

Rilasciata la RC1 di Drupal 7

Drupal 7 in arrivo. E’ appena stata rilasciata la release candidate 1 come si legge sul sito drupal.org:

Following three beta releases, and with tons of bugs fixed and user interface improvements added, we are proud to present to you the first release candidate of Drupal 7.0. Although there are still a few known issues that we are working on fixing, we are confident that our code is stable enough for wider testing by the community. Since the last beta version was released two weeks ago, we have improved styling in the default “Bartik” theme, numerous bug fixes and improvements to the Update Manager and Search module, revisions to both user interface text and developer documentation to be more understandable and accurate, and we’ve made final clean-ups to some of the architecture improvements added during the release cycle. The deprecated Profile module is now hidden on new sites and we’ve substituted it with the ability to put user fields added through Field UI on the registration form.

The first alpha announcement provided a comprehensive list of high level improvements made since Drupal 6.x, so in this announcement we’ll concentrate on how you can help ensure that Drupal 7 is released as soon as possible and is as rock solid as the previous Drupal releases that you’ve grown to love!

There are a number of modules already ported to Drupal 7 for your testing pleasure. You can keep tabs on whether or not your site is ready for Drupal 7 by using the Upgrade Status module. If you are a translator, now is the time to start working on your translations. If you are a module or theme maintainer, now is the time to start working on the update to Drupal 7! Read on for more details.

Ora tocca alla comunità dei traduttori, dei creatori di temi e degli sviluppatori di applicazioni di terze parti, il tutto in vista del rilascio della release definitiva per il quale non è stata ancora fissata una data ufficiale.

Articoli Correlati

I linguaggi più usati per creare siti web

Da http://w3techs.com

Usage of server-side programming languages for websites

This diagram shows the percentages of websites using various server-side programming languages. See technologies overview for explanations on the methodologies used in the surveys.

How to read the diagram:
PHP is used by 74.7% of all the websites whose server-side programming language we know.

PHP
74.7%
ASP.NET
23.8%
Java
3.8%
ColdFusion
1.4%
Perl
1.2%
Ruby
0.5%
Python
0.3%
W3Techs.com, 14 September 2010
Percentages of websites using various server-side programming languages
Note: a website may use more than one server-side programming language

Articoli Correlati

Utilizzare wget dietro un proxy

Wget è una utility che viene utilizzata moltissimo su server unix in assenza di interfaccia grafica. E’ utilizzato per scaricare pagine web (o interi siti in locale) e per automatizzare alcuni processi includendolo in script eseguibili sia per operazioni riguardanti il protocollo HTTP che per il protocollo FTP.

Molto spesso in ambito aziendale  i server sono confinati dietro ad un proxy per l’accesso alla rete e quindi?

Ecco un breve tutorial per bypassare la situazione:

  1. Bisogna settare una variabile d’ambiente: in linux aprire un terminale (oppure inserire nello script) e digitare export http_proxy=”http://proxy.esempio.it:8080” avendo cura di inserire il vostro indirizzo del proxy e la porta su cui è in ascolto;
  2. utilizzare il comnado wget http://url da visitare;

Nel caso in cui volete utilizzare il protocollo ftp:

  1. La variabile d’ambiente da settare è diversa: export ftp_proxy=”ftp://proxy.esempio.it:8080
  2. Utilizzare il comando wget ftp://url da visitare;

Nel caso il vostro server proxy necessiti di autenticazione, i passi sono molto simili in ambedue i casi:

  1. Settare la variabile d’ambiente in questo modo: export http_proxy="http://username:password@proxy.esempio.it:8080" (la modifica è ovvia per l'ftp)
  2. Utilizzare il comando come al solito

Articoli Correlati

Installare java su distribuzione ubuntu

Capita spesso, molto spesso di utilizzare java su ubuntu.

Per installarlo è molto semplice:

  1. Aprire un terminale;
  2. Digitare sudo apt-get update;
  3. Digitare sudo apt-get install sun-java6-jdk;
  4. Rispondere yes alla domanda ed accettare i termini di licenza;
  5. Digitare sudo gedit /etc/environment sullo stesso terminale;
  6. Aggiungere alla fine del file la seguente riga: JAVA_HOME=”/usr/lib/jvm/java-6-sun” e salvare;
  7. Se volete attivare subito la variabile digitare source /etc/environment. Per abilitarla pero’ su tutte le sessioni dovrete  scollegarvi e ricollegarvi;
  8. Se vi serve anche il supporto java su Mozilla Firefox dovete installare anche il plugin con  sudo apt-get install sun-java6-plugin

Articoli Correlati